Garibaldi e la Legione Ungherese

Con il decreto n° 100 del 16 luglio 1860, Giuseppe Garibaldi, comandante in capo delle Forze Nazionali in Sicilia, autorizza sè stesso a costituire una Legione Ungherese composta di fanteria e cavalleria affinchè partecipasse attivamente alla “conquista” del Regno delle Due Sicilie.

Il brigante Alessandro Arena ci fornisce copia del decreto  n° 100 del 16 luglio 1860 che potete visionare in allegato.

p.txt

Riportiamo, inoltre, i riferimenti di alcuni tra i soldati che combatterono in questa legione.

3

Questo brano è scritto ad uso e consumo di chi crede ancora che l’Unità d’Italia sia stata fatta grazie all’avanzata pacifica ed indisturbata di 1000 valorosi in camicia rossa guidati dal generale alto biondo e dal bianco destriero.

Francesca Di Pascale – Briganti 

5657 Total Views 1 Views Today

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. gfieramosca ha detto:

    L’avanzata non e’ stata pacifica e nemmeno indisturbata – Durante l’avanzata le truppe borboniche sfogarono la loro rabbia contro i siciliaani a Partinico , Carini , e sopratutto a Palermo bombardata dal mare dal generale Lanza – Per dirla piu’ chiaramente Francesco ll massacrava i suoi sudditi e se ne stava a Napoli al palazzo reale – Il resto dell’avanzata non ha storia perche’ per arrivare da Reggio Calabria a Napoli Garibaldi impiega un mese – L’esercitoBorbonico piu’ bravo a massacrare i sudditi del Regno che a combattere gli invasori si scioglie – E le popolazioni del Regno accolgono gli “invasori ” a braccia aperte – Meditate

    • mark ha detto:

      sono tutte falsità e bugie. smentite dal cappellano BUTTA’..francesco II non diede alcun ordine di bombardare ma fu iniziativa di Lanza e Briganti (ucciso quest ultimo dai suoi stessi commilitoni a mileto) venduti. infatti appena saputo Francesco II molto adirato destituì Lanza .era tutto un piano. c’è un decreto. mentre i mercenari della legione ungherese compivano delitti. E poi i bombardamenti non eran in grado di raggiungere bocca di falco come si dice. nessuna popolazione accolse a braccia aperte gli invasori ma solo i mercenari mafiosi e baroni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *