200mila è solo l’inizio, UNITI VINCIMU, SPARTUTI CARIMU!

 

10390319_10205909695078736_42902543562002583_n
Il bianco:
è purezza
Il nero: si ottiene dalla mescolanza di tutti i colori e assume un duplice significato simbolo di sofferenza e simbolo della mescolanza di mille culture
Il rosso: è passione
La lettera “A”: assente, muta, silenziosa, ispirata ai caratteri greci, la nostra storia,   prima lettera dell’alfabeto e simbolo di principio è sostituita dai contorni della nostra terra, centro e principio delle nostre azioni e della nostra lotta.
BRIGANTI: che deriva dalla parola “brigare” vuol dire persone che si uniscono per uno scopo comune.

10635948_10205886607621564_2334323774715590511_n

purezza, passione, sofferenza, multiculturalismo, identità, carattere, storia, territorio, collettività.
200mila è solo l’inizio, UNITI VINCIMU, SPARTUTI CARIMU!

 

“TUTTO QUESTO NON E’ STATO!

Questa patria è nata su menzogne e inganni, con la complicità di pochi contro la volontà dei più, dove PADRI della PATRIA sono chiamati EROI invece di assassini e mercenari.

Questa patria, fondata su un patto MAFIOSO non ancora sciolto e STRAGI di STATO all’ordine del giorno e terre dei fuochi in ogni dove, ha eroi morti dimenticati e quelli non ancora morti già condannati, è una PATRIA che non ha “figli” ma schiavi, dove le persone oneste che lottano contro tutto questo da NORD a SUD sono definite BRIGANTI!

Ecco perchè voglio stare dalla parte degli sfruttati, degli onesti, di chi lotta, di chi soffre, di chi non si piega a tutto questo.

200mila è solo l’inizio. L’inizio di una rivoluzione, silenziosa, pacifica, inesorabile, consapevole, collettiva, dal basso!

UNITI VINCIMU, SPARTUTI CARIMU

[Rijanese]

2207 Total Views 1 Views Today

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. giuseppe cultrona ha detto:

    pronti a soffrire anche per decenni,pur di riacquistare la sovranita’ della nostra terra mediterranea,per il futuro dei nostri figli.con ue non abbiamo niente in comune .
    non e un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *